Ambiente Legale Digesta Gennaio-Febbraio 2018

Focus

Sulla ratio di semplificazione sottesa all’AUA: l’obbligo di sostituzione con AUA delle autorizzazioni non scadute


di Roberta Tomassetti

Il D.p.r. 59 del 2013 ha introdotto nell’ordinamento un procedimento amministrativo semplificato volto al rilascio di un provvedimento abilitativo unico, l’A.U.A., sostitutivo di una serie - tassativa - di autorizzazioni ambientali. Dopo una breve analisi normativa, l’articolo si propone di analizzare la ratio  sottesa all’autorizzazione unica ambientale, al fine di mettere in luce le differenze fondamentali tra tale istituto e quello dell’autorizzazione integrata ambientale. Ulteriormente la ratio  dell’istituto verrà utilizzata quale chiave interpretativa  per sciogliere il problema applicativo dell’estensione dell’obbligo di far confluire in A.U.A. tutte le autorizzazioni in possesso del privato con riferimento a una data attività, anche se non ancora scadute. La questione si pone tipicamente laddove, per ragioni connesse all’azione del privato come della p.a., le autorizzazioni non scadute non vengano sostituite con AUA in sede di primo rilascio del provvedimento.


ACCEDI PER LEGGERE

Sommario
aggiornamento
focus
gestione
albo
231 anticorruzione