Ambiente Legale Digesta Gennaio-Febbraio 2018

Aggiornamento

Le “altre” disposizioni ambientali della legge di Bilancio 2018


di Giovanna Galassi

Bilancio di previsione dello Stato per l’anno 2018. Un considerevole corpo legislativo che immediatamente viene pensato dai contribuenti del settore ambientale unitamente al rinvio del SISTRI e al nuovo sistema di tracciabilità digitale. Senza voler sminuire l’oggettivo calibro di tali previsioni, si invita a riflettere sulle “altre” disposizioni ambientali, che, nascoste tra i commi del Bilancio, nel frattempo hanno modificato la legislazione ambientale e anche direttamente il Testo Unico ambientale, concorrendone ad alimentare impietosamente l’eterna fluttuazione. Vogliamo in questa sede parlare solo delle più eclatanti, ma già si colpisce ad ampio raggio: c’è la tormentata tariffa ambientale, la ridenominata Autorità di Regolazione per energia, reti e ambiente, il tributo speciale per il conferimento in discarica e invio ad incenerimento, ma anche il recupero dei rifiuti non pericolosi derivanti da attività di costruzione e demolizione in relazione alle zone colpite dagli eventi sismici del 2012, il riciclaggio della platica, i rifiuti radioattivi, l’Unità Tecnica-Amministrativa per la gestione dei rifiuti nella regione Campania e anche disposizioni sui poligoni militari.


ACCEDI PER LEGGERE

Sommario
aggiornamento
focus
gestione
albo
231 anticorruzione