Ambiente Legale Digesta Gennaio-Febbraio 2018

Focus

Le acque di vegetazione, una disciplina in divenire tra sottoprodotto, fertilizzante, scarico e rifiuto


di Giulia Ursino

Le acque di vegetazione  contengono in sé una potenziale alterazione dell’ecosistema ambientale, che ne giustifica una particolare regolamentazione ad opera del Legislatore. Ci si interroga quindi se, tale particolare disciplina, consente di sottrarle alla stringente disciplina prevista nel nostro ordinamento in tema di gestione dei rifiuti. Tale tematica, invero, risulta sempre più attuale, anche alla luce dei recenti possibili utilizzi alternativi che possono essere fatti delle stesse, quali ad esempio quelli che ne avallano l’utilizzo come base per innovativi prodotti cosmetici. Ebbene, dall’analisi della disciplina vigente, ne emerge un quadro “in divenire”, che vede le acque in commento oscillare tra la loro possibile classificazione – a conseguente gestione  – come rifiuti, come fertilizzanti, come sottoprodotti e addirittura, a determinate condizioni, come scarichi. La presente trattazione si propone quindi di vagliare tutti i possibili scenari sopra prospettati, con particolare attenzione al ricorrere delle quattro condizioni previste per il sottoprodotto, onde valutarne la possibile e concreta ricorrenza.


LEGGI DI PIU'

Sommario
aggiornamento
focus
gestione
albo
231 anticorruzione