Ambiente Legale Digesta Marzo-Aprile 2018

Focus

La legge europea 2017: interventi frastagliati sul Codice Ambientale


di Giovanna Galassi

La legge europea, ideata per adeguare periodicamente l’ordinamento nazionale a quello dell’Unione e, quindi finalizzata a risolvere le procedure di contenzioso con l’Unione Europea, nell’insieme di norme eterogenee cui geneticamente è conformata ogni anno, nell’anno 2017 prevede anche una serie di corpose novelle al Codice Ambientale, la cui lettura e ricostruzione sistematica non è affatto agevole. Tre sono gli articoli di matrice ambientale che propongono novità in materia di tutela delle acque e monitoraggio delle sostanze chimiche, di acque reflue urbane recapitanti in aree sensibili e di limiti di emissione degli scarichi e, infine, una serie lunghissima di previsioni che intendono allineare il Codice ambientale in materia di emissioni industriali e AIA. Di queste ultime, poi, l’indagine si rivela assai complessa per difficoltà oggettive di organizzarle in modo sistematico e per la varietà delle specifiche tematiche innovate. Si propone un quadro riassuntivo degli interventi, mostrando così gli allineamenti del diritto interno in materia ambientale attuati quest’anno dal Governo.


ACCEDI PER LEGGERE

Sommario
aggiornamento
focus
gestione
albo
231 anticorruzione