Ambiente Legale Digesta Gennaio - Febbraio 2017

Focus

Copertura superficiale finale nelle discariche per rifiuti non pericolosi: dalla normativa vigente alle autorizzazioni in deroga al D.Lgs. n.36 del 2003


di Marco Sciarra


Il Decreto legislativo 13 gennaio 2003, n. 36, in attuazione della direttiva 1999/31/CE, relativa alle discariche di rifiuti, stabilisce i requisiti operativi e tecnici per i rifiuti e le discariche; in particolare nell’Allegato 1 punto 2.4.3 sono riportate le caratteristiche della copertura superficiale finale. La copertura finale, così come normata, in particolari condizioni di criticità morfologiche e topografiche, trova spesso difficoltà realizzative, che ne inficiano la realizzazione a regola d’arte e conseguentemente la funzionalità. Infatti, elevate pendenze della discarica (> 30%) dovute a sormonti o recuperi volumetrici, o fenomeni di assestamento locale e/o globale del corpo rifiuti, o presenza di sacche di percolato superficiali, potrebbero comportare seri problemi alla stabilità del pacchetto multistrato con conseguenti aumenti dei costi di gestione.In tutto il territorio nazionale è ormai di larga diffusione l’utilizzo di materiali sintetici di ca-ratteristiche equivalenti e performance migliori rispetto a quelli naturali normati che consentono una notevole riduzione degli spessori, dei carichi; tali interventi sono autorizzati dagli enti in deroga alla normativa vigente.

ACCEDI PER LEGGERE

Sommario
aggiornamento
focus
gestione
rubrica - il punto sull'albo
rubrica - d.lgs. 231/2001 e anticorruzione
gli esperti rispondono
tribunale