Ambiente Legale Digesta Gennaio-Febbraio 2018

Gestione

Compilazione del FIR: la targa del rimorchio è obbligatoria?


di Claudia Annaloro

Ai sensi e per gli effetti dell’art. 193 comma 1 del TUA il trasporto dei rifiuti deve essere accompagnato da un Formulario di Identificazione Rifiuti, dal quale devono risultare alcune informazioni espressamente stabilite dalla normativa di settore. Nello specifico, il modello standard di tale documento prevede che, all’interno del FIR debba essere inserito, tra le altre informazioni, il numero identificativo del mezzo, ovverosia la targa dello stesso. Lo stesso modello, prevede inoltre una casella specificatamente dedicata alla targa del rimorchio, nell’ipotesi in cui il trasporto dei rifiuti avvenga mediante l’utilizzo di un c.d. autoarticolato (ovverosia un veicolo composto da una motrice trainante e un cassone container). Ebbene, alla luce di quanto disposto dalla normativa di settore, e in ossequio ai principi di tracciabilità dei rifiuti, l’inserimento di tale targa è obbligatorio? Oppure il trasporto può considerarsi regolare mediante l’esclusivo inserimento della targa della motrice? E soprattutto, a quale soggetto deve essere imputata l’eventuale omissione?


LEGGI DI PIU'

Sommario
aggiornamento
focus
gestione
albo
231 anticorruzione