Ambiente Legale Digesta Novembre - Dicembre 2016

RUBRICA - D.LGS. 231/2001 E ANTICORRUZIONE

"Capolarato" e sfruttamento del lavoro: nuovi confini della 231

di Daniele Carissimi

A seguito dell’approvazione della L. 29 otto-bre 2016 n. 199 “Disposizioni in materia di contrasto ai fenomeni del lavoro nero, dello sfruttamento del lavoro in agricoltura e di riallineamento retributivo nel settore agricolo”, nel nostro ordinamento giuridico sono state apportate rilevanti modifiche in tema di “intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro”. Tra le principali novità e per quel che qui interessa, si segnala l’inclusione dell’art. 603-bis1 c.p. nel novero dei reati presupposto di cui all’art. 25-quinquies del D.Lgs. 231/2001 “Disciplina della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di personalità giuridica, a norma dell’articolo 11 della legge 29 settembre 2000, n. 300”. Tale riforma ha visto la creazione di una nuova fattispecie criminosa mediante l’ampliamento della platea dei soggetti attivi indicati al comma 1 dell’art. 603-bis c.p., nonché la creazione di una nuova misura cautelare sostitutiva del sequestro preventivo.


LEGGI DI PIU'

Sommario
aggiornamento
focus
gestione
rubrica - il punto sull'albo
rubrica - d.lgs. 231/2001 e anticorruzione
gli esperti rispondono
tribunale